Sistemi Hotspot

Un hotspot è un punto di accesso, sito in un luogo pubblico quali un caffé o un hotel dove ci si può collegare ad Internet a larga banda usando, ad esempio, un computer laptop o un personal digital assistant (PDA) abilitati alla connessione senza fili (wireless).
Gli Hotspots usano connessioni wireless fidelity (Wi-Fi) e trasmettono ad una frequenza radio standard per collegare il computer o il PDA alla locazione abilitata alla connessione Internet.
Gli hotspots sono presenti in una vasta gamma di locazioni: sale di aspetto e terminali di aeroporto, bar e pubs, clubs, scuole, centri conferenza, mostre, centri benessere, hotel, corti di giustizia, biblioteche, musei, distributori di benzina sull’autostrada, stazioni ferroviarie, ristoranti, centri commerciali, municipi, università… e altro. Questi punti di accesso possono essere sia gratuiti che a pagamento.

Gli alberghi offrono solitamente accesso soltanto ai propri ospiti, attraverso un codice di accesso fornito all’arrivo. I bar o i ristoranti possono richiedere l’obbligo di una consumazione, durante l’utilizzo del loro servizio Wi-Fi. Alcune locazioni possono richiedere di completare un questionario online prima di accedere ad Internet. Altre locazioni possono richiedere di scaricare ed installare una barra delle applicazioni o simili in modo da poter inviare la propria pubblicità mentre si naviga in rete.


Wireless

Con il termine wireless si indicano i sistemi di comunicazione tra dispositivi elettronici, che non fanno uso di cavi. Generalmente il wireless utilizza onde radio a bassa potenza, ma la definizione si estende anche ai dispositivi che sfruttano la radiazione infrarossa o il laser.
Agli inizi degli anni novanta fu approvato lo standard IEEE 802.11 che dettava le specifiche per l’implementazione di una rete LAN wireless. Tale standard consentiva una velocità di trasmissione pari a 1 o 2 Mbps usando la tecnologia basata su onde radio nella banda 2.4 GHz o su raggi infrarossi. La limitata velocità dello standard determinò uno scarso successo e diffusione. L’evoluzione di tale tecnologia portò, nel 1997, alla sua evoluzione IEEE 802.11b (denominato anche Wi-Fi ) consentendo una trasmissione dai 5.5 ai 11 Mbit/s oltre a mantenere la compatibilità con lo standard precedente. Wi-Fi, abbreviazione di Wireless Fidelity, è quindi il nome delle reti locali senza fili (WLAN).
Applicazioni del Wi-Fi
Le reti Wi-Fi sono impianti relativamente economici e di veloce attivazione che permettono di realizzare sistemi flessibili per la trasmissione di dati usando frequenze radio, estendendo o collegando reti esistenti ovvero creandone di nuove.
Generalmente sono basate sulla connettività tramite banda larga (ADSL o HDSL) o via satellite. Le attuali connessioni via satellite sono molto veloci sia in download che in uppload e permettono una connessione bidirezionale.
L’installazione delle antenne è semplice e di facile installazione. Le coperture di queste antenne sono fondamentalmente di due tipi:omnidirezionali e direttive.
Le antenne omnidirezionali sono utilizzate generalmente per distribuire la connettività all’interno di zone relativamente piccole.

Con le antenne direttive è invece possibile coprire distanze maggiori, anche chilometri, e sono utili per coprire zone scoperte dalla rete cablata. In questo caso, è possibile aggregare più reti in un’unica grande rete, portando la banda in zone altrimenti scollegate.
Per collegare il nostro PC ad una rete WI-FI dobbiamo connetterci ad un Access Point. Con un access point è possibile coprire fino a una distanza di 300 metri teorici se non vi sono barriere in linea d’aria. La presenza di muri, alberi o altro, la copertura del segnale decade anche di circa la metà. Installando molti Acces Point che ripetono il segnale, possiamo avere zone più ampie dove sarà possibile il collegamento.
L’architettura del collegamento è del tutto simile ai tradizionali ISP che forniscono un punto di accesso (il PoP) agli utenti che si collegano.


Funzionamento

Una volta installato e attivato l’impianto, gli utenti che vorranno utilizzare il collegamento presso una struttura dotata di copertura wireless potranno farlo utilizzando il loro computer portatile in qualsiasi punto dell’area servita dalla rete.
Sarà loro sufficiente recarsi alla reception e richiedere l’emissione di un ticket personalizzato contenente i dati (username e password) necessari per accedere al sistema e la durata massima del collegamento.
Gli utenti non dovranno modificare la configurazione del loro computer né richiedere l’assistenza di alcuno: l’hardware e il software impiegati sono progettati per l’accesso pubblico e consentono l’utilizzo del sistema adattandosi a qualunque configurazione di rete preesistente sui computer degli utenti.

  • Perchè scegliere CVA?

    Perchè siamo un'azienda dinamica ed all'avanguardia, che si propone come partner tecnologico dei Clienti fornendo consulenza, supporto, orientamento e formazione. C.V.A. è innovazione, il che significa efficienza ed automazione dei processi, recupero di competitività e razionalizzazione di tempi e costi.